Sempre più spesso sentiamo parlare di web reputation e del ruolo centrale che gioca nel successo lavorativo delle persone.

Se vuoi scoprire cos’è e come puoi migliorarla, allora quest’articolo fa al caso tuo.

Iniziamo subito!

La web reputation: cos’è?

La definizione della web reputation ci viene fornita da Wikipedia, ed è la seguente:

“Un’attività di raccolta e monitoraggio di tutto ciò che viene detto online su una persona, un’azienda o un prodotto/servizio.”

Se si fa riferimento alla reputazione di un singolo individuo, essa costituisce il rapporto di comunicazione che stabiliamo con chi è interessato a noi, o con chi, per qualsiasi motivo, entra in contatto con noi.

Se le idee sono ancora poco chiare, ti consiglio di guardare il seguente video, realizzato da Randstad (puoi andare dritto al punto andando al minuto 0:42):

 

 

Perché è importante curare la web reputation?

Molti credono che i contenuti condivisi vengano visti solo da una cerchia ristretta di persone, ma non è così!

Se le tue impostazioni della privacy lo consentono, i contenuti che condividi (foto, post, video ecc.) possono essere visualizzati dai cosiddetti recruiter, ossia gli addetti alla ricerca e selezione del personale.

I recruiter ricercano informazioni sul web quando si aprono delle posizioni lavorative, quindi la web reputation è fondamentale per avvicinarti verso nuove opportunità lavorative.

Per aiutarti a capire quanto la web reputation giochi un ruolo cruciale nel mondo del lavoro, voglio citarti alcuni dati importanti.

Da un recente studio di Adecco è emerso che:

  • Il 64% delle attività di recruiting avviene online
  • I recruiter usano i social network per verificare la web reputation dei candidati (50%)
  • Tra le attività che i recruiter svolgono sui social vi sono: ricercare dei candidati (78%), verificare il loro CV (75%) o la loro rete sociale (67%) e scoprire i loro tratti di personalità (35%)
  • Il 35% dei recruiter dichiara di aver escluso potenziali candidati dalla selezione a causa delle informazioni reperite online
  • Tra i motivi di esclusione dai processi di selezione vi sono: foto sconvenienti (20%), informazioni non coerenti con il CV (18%), tratti emergenti della personalità (16%), commenti negativi sui datori di lavoro attuali o precedenti (11%).

Ecco dunque che un post, una foto o una piccola incoerenza con le informazioni inserite nel curriculum vitae possono precluderti delle opportunità lavorative.

Tutto ciò può aiutarti a capire perché molte persone competenti, pur rispondendo a numerose offerte di lavoro, vengono scartate o quasi mai ricontattate dalle aziende.

Ma allora…

 

Come gestire la web reputation?

Ecco alcuni suggerimenti che potresti adottare per migliorare la tua web reputation.

 

PONI ATTENZIONE A COSA CONDIVIDI E COME

privacy delle condivisioni

 

La cosa più semplice che puoi fare per gestire correttamente la propria web reputation è fare attenzione a ciò che scrivi o condividi.

Attenzione e consapevolezza sono già tanto quando scrivi sui Social Media.

Potresti ad esempio impostare, ogni volta che vuoi condividere qualcosa, le privacy settings, decidendo chi può visualizzare un dato contenuto e chi invece no.

Anche quale piattaforma utilizzi è molto importante: quello che condividiamo su Facebook o Instagram, ad esempio, potrebbe essere poco appropriato per un social come LinkedIn.

Studia quindi le differenze tra i social e cerca di riflettere con attenzione su come reagiranno le persone che visualizzeranno i tuoi contenuti.

 

CERCATI SU GOOGLE

Pagina home di google

 

Mesi fa ho fatto un test su Google e in cima ai risultati di ricerca compariva un mio Curriculum Vitae molto datato, che avevo inserito anni prima in un sito per offrire delle ripetizioni scolastiche.

A distanza di anni, ho svolto nuove esperienze lavorative e formative. Quel CV, quindi, non rendeva giustizia ai sacrifici fatti finora.

Per questo motivo ho richiesto la rimozione del cv agli amministratori del sito e… “puff”, sparito!

Ora nei miei risultati di ricerca compaiono dei curricula molto più aggiornati!
Direi una gran bella cosa, no?

 

CURA I PROFILI SOCIAL

come gestire la web reputation

 

Nei risultati di ricerca generalmente compaiono anche i tuoi profili social, quindi rendili accattivanti e professionali.

In particolar modo, lavora su LinkedIn e sul profilo social che compare più in cima rispetto a tutti gli altri.

Perché ti dico ciò? Per due ragioni.

Uno: dalla ricerca di Adecco emerge chiaramente che è LinkedIn il social più utilizzato dai recruiter per fini professionali, anche più di Facebook o di altre piattaforme.

Due: fai leva sul cosiddetto fenomeno del risparmio cognitivo.

Come dimostrato da numerosi studi psicologici, tutti noi, nessuno escluso, tendiamo a risparmiare energie fisiche e mentali in diverse occasioni.

Questo fenomeno vale anche per i recruiter (anche loro sono poveri comuni mortali…). Di conseguenza, laddove puoi, semplifica loro la vita e sfrutta a tuo favore i contenuti visivi che compaiono per primi.

Prendi ad esempio questo screenshot:

informazioni che compaiono sotto il risultato di ricerca di Google

La riga evidenziata in rosso corrisponde al sommario di LinkedIn.

Questa stringa è molto utile per i recruiter, sia che tu venga cercato attraverso una ricerca interna di LinkedIn, sia attraverso i motori di ricerca.

Fai in modo, dunque, che il sommario resti sempre aggiornato e verifica periodicamente la correttezza delle informazioni inserite.

Se il sommario sarà in linea con i profili ricercati, i recruiter accederanno al tuo profilo e potrebbero quindi contattarti.

Facciamo un altro esempio.

Tempo fa in prima pagina mi appariva questo risultato:

Testo inserito nel sommario del curriculum realizzato con VisualCV

Il testo evidenziato corrispondeva a quello inserito nella sezione “Summary” del curriculum, realizzato attraverso la piattaforma Visual CV.

In questo caso, avrei potuto modificare il sommario e renderlo più “attraente” agli occhi di chi mi avrebbe cercato su Google.

Il sommario, infatti, dava l’idea di me neolaureato e non di un libero professionista con anni di esperienza nel settore delle risorse umane.

 

VERIFICA LE PAGINE E I GRUPPI CHE SEGUI

gruppi che seguo su linkedin

 

Controlla periodicamente a quale gruppo sei iscritto o quale pagina segui.

Facebook, ad esempio, in alcuni casi consente ai tuoi amici di iscriverti a pagine o gruppi senza chiederne il consenso.

Quando usi Facebook dallo smartphone, inoltre, può capitare di cliccare involontariamente su pulsanti che non volevi premere.

Ecco che, senza accorgertene, diventi fan di una band musicale di cui non conoscevi nemmeno l’esistenza. A tua insaputa, potresti ritrovarti persino iscritto a pagine dai contenuti offensivi o discriminatori, e ciò non è visto di buon grado dai recruiter…

 

OCCHIO AI COMMENTI

commenti online

Anche quando commenti, sii sempre molto cauto e delicato nei toni che utilizzi.

Basta un attimo per fraintendere il modo in cui ti esprimi.

E occhio a refusi o errori (/orrori) grammaticali.

 

Ma lo sanno tutti che l’Italia è il Paese delle raccomandazioni…

colloquio di lavoro con raccomandato

 

Siamo quasi tutti d’accordo che ad oggi, in Italia, le conoscenze siano uno dei fattori più importanti per trovare lavoro.

A parità di capacità tra candidati, e talvolta nemmeno, i manager preferiscono fare un favore ad un amico.

Tuttavia, chi vuole assumere non sempre decide di passare per la rete delle proprie conoscenze.

È proprio qui che bisogna cogliere le opportunità!

Sono numerose le aziende, infatti, che si affidano ad agenzie, software o servizi dedicati per monitorare e analizzare i candidati.

Quindi… sta a noi fare colpo sui recruiter!

Ricorda, la web reputation influisce molto sulle decisioni finali dei recruiter: decideranno se contattarti o meno in base alle emozioni che gli trasmetterai.

Sta a te meditare su tutto quello che hai appena letto.

Un’ultima cosa: sappi che c’è chi con la web reputation ha saputo costruirci sopra un business!

A tal proposito, ti consiglio un libro che fornisce degli spunti interessanti: Promuovi te stesso. Crea il tuo personal branding con una comunicazione mirata e vincente.

Ecco perché oggi più che mai la web reputation diventa un requisito fondamentale per il successo!

Fare una buona impressione sui social e più in generale sul web può essere un ottimo modo per attrarre delle nuove opportunità lavorative!

Se vuoi ricevere nuovi suggerimenti o consigli per migliorare la tua web reputation, ti ricordo che puoi iscriverti alla newsletter di Social Trainer.

Lascia un commento